Edimburgo: Città Vecchia e Città Nuova

La Città Vecchia e la Città Nuova di Edimburgo sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1995. La capitale della Scozia, con il suo labirinto di strette viuzze medievali e con i suoi quartieri settecenteschi rappresenta un capolavoro di armonizzazione urbanistica. Il magnifico centro storico è costellato di edifici religiosi e civili, testimonianza della lunga storia della città, in un’atmosfera che mantiene intatto tutto il suo sapore antico. Posto sulla cima di una rupe basaltica, il castello domina con la sua mole possente gli ordinati quartieri sottostanti.

Le origini di Edimburgo vanno probabilmente collocate in epoca preistorica: è probabile che le prime costruzioni risalgano all’Età del Ferro. Ad attirare l’attenzione degli antichi abitanti della Scozia fu la naturale posizione forticata della rupe (Castle Rock) sulla quale oggi si saglia la massiccia mole del castello.
Il primo dato certo in nostro possesso sulla odierna capitale scozzese è che nella seconda metà dell’XI secolo re Malcolm III ordinò la costruzione del castello – dove visse in diverse occasioni con la regina Margherita – e, dopo la morte della moglie, della Saint Margaret’s Chapel, l’unico edificio dell’epoca giunto fino ai giorni nostri.
Ai tempi di re David I (metà del XII sec.), sulle pendici est di Castle Rock si sviluppò un piccolo quartiere di abitazioni che si avvaleva della protezione del castello da un lato e della difesa naturale del Firth of Fourth e dell’Almond a nord e sud. Queste prime costruzioni diventarono con il tempo il nucleo della Città Vecchia. Lo stesso re David, nel 1125, fece edificare sulla rupe l’abbazia agostiniana di Holyrood.

Nel corso dei secoli le guerre nelle quali la Scozia è stata coinvolta hanno provocato gravi danni a Edimburgo, ma lo spirito fiero dei suoi abitanti ha sempre permesso di superare i momenti di difficoltà e di risollevare le sorti della città.
La prima distruzione ci fu nel 1341, durante la guerra contro gli inglesi, e una seconda ebbe luogo nel 1385. I motivi di tensione furono accresciuti dalla Riforma Anglicana, in seguito alla quale la regina di Scozia, Maria Stuarda, rimasta fedele al cattolicesimo, fu fatta imprigionare e poi giustiziata dalla cugina Elisabetta I d’Inghilterra. Nel 1556, nel castello di Edimburgo, Maria Stuarda aveva dato alla luce il suo unico figlio, destinato a regnare sulla Scozia con il nome di Giacomo IV e sull’Inghilterra con quello di Giacomo I.

Old Town

Città Vecchia

Tra i torrioni del castello e la possente sagoma del palazzo di Holyroodhouse si sviluppa la Old Town, le cui casupole medievali, sorte a ridosso delle fortificazioni del castello, furono rimpiazzate con palazzi eretti dai commercianti e dai membri dell’aristocrazia come segno di potere e ricchezza.
Nel XVII sec. la Città Vecchia fu abbellita da lussuose dimore e sontuosi palazzi che ancora oggi possono essere ammirati: i nuovi edifici dovevano rispettare precise regole estetiche e di sicurezza (i tetti, per es., dovevano essere di ardesia o di tegole, e la facciata in pietra), che contribuirono a trasformare il centro storico in un capolavoro architettonico. Inoltre, a carenza di spazio indusse gli architetti a progettare grattacieli di dieci o più piani.
La nuova borghesia dell’Ottocento trovò queste costruzioni fredde e scomode, per cui decisero di trasferirsi dal centro alla Città Nuova, che si era nel frattempo sviluppata nei dintorni.

Castello

Il punto dominante della Old Town è il castello, dal quale si gode di uno splendido panorama su tutta la città. Un’ampia spianata porta, attraverso un fossato prosciugato e il ponte levatoio, all’entrata principale, con le statue di Robert I Bruce (eroe popolare scozzese, incoronato re nel 1306) e di William Wallace (1274-1305), fatto giustiziare da Edoardo I per aver incitato il popolo alla resistenza.
Si raggiunge quindi la Portcullis Gate sotto la prigione di Stato, meglio nota come Argyll’s Tower. Subito dopo si accede alla Saint Margaret’s Chapel, il più antico edificio della città. La costruzione è un interessante esempio della prima architettura normanna.
Sulla Crown Square si affacciano quasi tutte le stanze storiche del castello: fra queste citiamo la camera da letto di Maria Stuarda. Nella sala attigua sono esposte le antiche insegne della corona scozzese.
Nelle segrete è conservato il Mons Meg, un cannone pesante 5 tonnellate che fu costruito in Belgio (1499) e donato a Giacomo II, che ne fece largo uso contro i suoi nemici.

Holyroodhouse

Il cuore della Città Vecchia è costituito dalle direttrici delle vie storiche (Castle Hill, Lawnmarket, High Street, Canongate) che dal castello conducono al palazzo di Holyroodhouse, formando il cosiddetto “Miglio Reale” (“Royal Mile”).
Holyroodhouse, teatro di molti avvenimenti importanti nella storia scozzese, era in origine la foresteria dell’abbazia di Holyrood, trasformata in residenza reale da Giacomo IV. Questo edificio fu in gran parte distrutto da un incendio nel 1544.
Nel 1630 un altro rogo devastò anche la nuova costruzione realizzata nel frattempo. Il palazzo attuale risale al XVII sec. Le stanze più antiche, scampate alla fiamme del 1544, ospitano una pinacoteca con molti ritratti di sovrani scozzesi. Della cappella reale restano solo rovine, unici resti dell’antica abbazia. Nel punto più elevato del parco che circonda il palazzo si trovano i coni vulcanici noti come “Arthur’s seat“, magnifico punto panoramico sulla città e sulla foce del Forth.

Tra il castello e Holyroodhouse, lungo il Royal Mile, furono costruiti alcuni dei più sorprendenti grattacieli della città, noti come Lands. Dalla facciata alta e stretta, erano abbelliti nella parte posteriore da piccoli giardini molto curati. Tra quelli ancora esistenti sono noti la Bible Land, la Shoemaker Land e la Gladstone’s Land, di sei piani.
Lungo la High Street, terzo tratto del Miglio Reale, si incontra la cattedrale di Saint Giles. Venne iniziata alla fine del XIV sec. sul luogo di un edificio normanno più antico, di cui sono rimasti solo un portale d’ingresso e parti del coro. La torre centrale, alta 49 metri, fu finita nel 1495: presenta otto archi rampanti che formano una corona.
Altro edificio interessante è il Canongate Tolbooth (1591).

Città Nuova

La New Town sorse nel 1752 in seguito alla proposta di Lord Provost Drummond di urbanizzare le terre situate a nord del centro storico. I progettisti concepirono una città rettangolare, costituita da 5 strade principali intersecate da altre 7 perpendicolari e destinata a ospitare le abitazioni dei nobili e dei commercianti più abbienti. Al fine di rispettare questa funzione residenziale, le attività commerciali vennero concentrate in un’unica zona (Princess Street).
Tra il 1801 e il 1802 un secondo nucleo della Città Nuova fu costruito a nord del primo. Il progetto prevedeva la realizzazione di una serie di terrazze che con il loro andamento curvilineo interrompevano l’uniformità della struttura urbanistica.
La terza fase non si discostò dalle precedenti, mentre la quarta comprtò un cambiamento di rotta. Fu, infatti, abbandonata l’idea dell’uniformità per sfruttare la topografia del terreno, rispettandone la conformazione e la vegetazione.
La quinta fase iniziò nel 1822 e riuscì a fondere le unità urbanistiche precedenti in un insieme armonico. La sesta e ultima fase (1850) comportò la costruzione di edifici a nord del Water of Leith.

Veduta di Edimburgo

La struttura attuale di Edimburgo risulta eccezionale perché, mentre il centro storico con il suo castello, la sottile torre neogotica della chiesa di Toolbooth Saint John e il solido campanile di Saint Giles siè sviluppata su uno sperone roccioso, la Città Nuova si estende a una certa distanza, su un territorio pianeggiante, e si presenta oggi come un insieme omogeneo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...