Kutná Hora, centro storico

Il centro storico di Kutná Hora, con la Chiesa di Santa Barbara e la Cattedrale di Nostra Signora di Sedlec, è Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1995. Lo sfruttamento delle ricche miniere d’argento ha fatto di Kutná Hora uno dei centri più fiorenti della Boemia fino al 1540, quando terminò l’attività mineraria. Di quel periodo restano ancora oggi numerose testimonianze, in particolar modo nelle architetture civili e religiose.

Non sappiamo esattamente quando venne fondata Kutná Hora, ma è certo che le sue miniere d’argento fossero già attive all’inizio del primo millennio. La straordinaria abbondanza di minerale attirò nella cittadina minatori provenienti da diverse regioni: i loro accampamenti, nel XII secolo, si unirono a formare il nucleo originario di Kutná Hora.
Al principio del XIV secolo gli stretti viottoli costeggiati da case di legno furono trasformati in ampie strade con belle case in pietra, tra le quali si cominciarono ad edificare i primi edifici religiosi e i primi monumenti.
Nel XV secolo la città venne distrutta a causa delle guerre hussite, ma nel 1434 era già stata interamente ricostruita grazie alla ricchezza delle miniere. Purtroppo nel 1540 i filoni si esaurirono e con essi anche le notevoli entrate economiche.
Nel XVII secolo venne costruito il collegio dei Gesuiti, mentre all’inizio del secolo successivo si restaurò il monastero di Sedlec.

Vlašský dvůr

La maggior parte degli edifici di interesse storico si trovano nella Città Alta di Kutná Hora, da cui si gode una meravigliosa vista sulle colline circostanti. Interessante è il complesso chiamato Vlašský dvůr (“Corte italiana”), in cui Venceslao II fondò la zecca (intorno al 1300): di particolare pregio la decorazione della Cappella Reale.
Un altro edificio importante è la Chiesa di San Giacomo, costruita nel XIV secolo. Merita poi una visita lo Hradek (“piccolo castello”) perché ha conservato l’aspetto originario sia nella struttura interna che in quella esterna, in stile gotico.

Santa Barbara

La costruzione più significativa di Kutná Hora è però la Chiesa di Santa Barbara, dalle dimensioni di una cattedrale, fondata nel 1380. Il progetto iniziale di una basilica a tre navate laterali subì una profonda modifica all’inizio del XV secolo, quando si vollero aggiungere delle cappelle esterne di grandi dimensioni.
L’ultimo luogo che segnaliamo è il monastero cistercense di Sedlec, che si trova a un chilometro e mezzo dal centro cittadino. Non si tratta in realtà dell’edificio originario (distrutto da un incendio nel 1421), tuttavia la sua ricostruzione è di qualità straordinaria: gli architetti seppero coniugare armoniosamente elementi gotici e barocchi.

Ossario di Sedlec

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...